Ragazzo del sud la storia continua

Ben Esra telefonda seni boşaltmamı ister misin?
Telefon Numaram: 00237 8000 92 32

Anal

Ragazzo del sud la storia continua….come dicevo nella prima storia..lascio il nord per essere trasferito nella bassa Piemonte in un paesino dell’entroterra..in mezzo alle risaie..non c’era da fare niente…e quando per un temporale andava via l’elettricità…non tornava prima del giorno dopo…e stavamo al Nord…Prendo possesso del mio ufficio..e dell’appartamento che mi tocca…per il grado che occupavo…..un appartamento grande…ma vuoto di mobili….E allora con l’aiuto di un dipendente..mi reco in un mobilificio e mi compro un materasso e delle lenzuola e coperte stop.Da mangiare vado alla trattoria del paese e come si dice casa,loro e casa…..Il lavoro che svolgevo era all’interno di un Comune..alta carica…era il capoluogo..ma più vedove e vedovi non c’erano che pochissimi giovani…C’era la scuola materna e lavoravano due maestre,una veramente bella con due occhi da cerbiatta e un fisico da non buttare l’altra un pò tracagnotta..ma tutte due con l’intento di accasarsi….Nonostante la più brutta mi faceva una corte serrata….ma preferivo l’altra mi faceva arrizzare l’uccello quando la vedeva….Durante la pausa il mezzogiorno..andavo a trovarla in quanto si fermava a scuola..andavo a fare due chiacchiere e cercavo di trombarla…ma sono riuscito a strapparle solo dei baci…..ma quando andavo c’era anche una bidella….vedova appena subito dopo sposata con un figlio..un osso duro..in tanti avevano cercato di trombarla…ma nessuno ci era riuscito…Quindi quando mi recavo alla scuola..la vedevo che era un po’ gelosa..dato che a quel tempo mi faceva un sacco di domande…ma io la lasciava perdere perchè aveva 34 anni e la consideravo vecchia per i miei 23 anni…ma non sapevo quando era zoccola!||Studiavo all’interno dell’ufficio perchè avevo degli esami da fare e a casa non illegal bahis potevo..non avevo niente ne sedie ne scrivanie…quindi la mattina presto e la sera dopo l’ufficio stavo dentro….Lei veniva a fare le pulizie.. e mi raccontava un po’ di tutto il paese…avevamo preso confidenza perchè più di una volta aveva presa la telefonata di mia madre e si raccomandava che ero un giovane solo e sprovveduto e se poteva doveva badare a me….pardon al mio coso….quindi mi riferiva e aveva capito che ero un bravo ragazzo e più di una volta ho consigliato al figlio che voleva lasciare la scuola che era sbagliato…aveva capito…e Lei me ne era grata…Piano piano mi incominciava a parlare di corna e tradimenti e mi metteva in guardia da mogli di agricoltori che altro non avevano per la testa che cercare di trombare…ecco tante cose….una domenica mi invita a pranzo e io ero ben felice..mangiavo sempre all’hosteria..ma mi fece capire che nessuno lo doveva sapere…ed io cosi feci…..un bel pranzo quattro chiacchiere in allegria…e poi argomenta maestra…..io la consideravo una confidente…ma quando faceva le pulizie avevo apprezzato il suo fisico due tette di marmo un culo da non farti dormire di notte e due belle cosce….mi piaceva ma ero presa dalla maestra…ma Lei mi parlo che era schizzinosa…che voleva sola accasarsi e che non la dava facilmente….ti parlo come una mamma mi disse un giorno..e che mamma…quando tornavo al paese per sostenere esami all’università allora non c’era internet Youporn ecc ma i giornali mi faceva una scorpacciata e me li portavo e mi segavo almeno una volta aòlgiorno…non riuscivo a tenerlo nei pantaloni…Un giorno mi ero segato e mi ero dimenticato nel bagno le riviste…dato che Lei mi faceva i mestieri..quel giorno ho visto che aveva un ghigno particolare….quando illegal bahis siteleri siamo rimasti soli..mi ha quasi sgridato che alla mia età non dovevo segarmi ma spaccare la figa a qualche bella giovane…..ed io gli confessai tra lavoro e studio oltre la maestra….non mi potevo trombare nessuno a me che non si prestava lei come nave scuola…e Lei col sorriso..disse perchè no tu sei il mio capo ed io debbo ubbidire…..ridendo…non gli diede peso….alla sera venne un forte temporale…come dicevo prima l’elettricità quando andava via tornava il giorno dopo…Lei venne nei mio appartamento portandomi una pila e se avevo bisogno di qualcosa….ero in pantaloncini..faceva caldo…le disse di no ed ero seduto sul letto dal box usciva parte del mio pisello senza accorgemene…Lei lo guardo ed esclamo..ecco il pomo della discordia…perchè vedo che è sempre in tiro secondo te non me ne accorgo quando ti vedo…e poi ho trovato le riviste……al che diventai rosso dalla vergogna e Lei ci tenne a dire che poteva essere Lei l’allieva……non ci pensai due volte il cazzo era diventato duro come il ferro nel buoi Lei feci finta di non vedere e lo tocco’ e con un’escalamazione mi disse……ti faccio vedere io chi è la maestra..si abbasso come una dannata lo tiro’ fuori lo prese in bocca e incominciò a spompinarlo come da manuale…non capivo più niente…il buoi gli arretrati Lei che continuava a dire che erano troppi anni che non assaggiava un cazzo come il mio…tutto cio’ non fece altro che eplodere in bocca una padellata di sperma che Lei assaporò senza sprecare una goccia…a quel punto mi ero un po’ pentito…ma Lei con fare da donna matura mi disse non pensare di cavartela così..lo riprese in mano e incomincio’ a segarlo con maestria altro che troie…quando canlı bahis siteleri stava al punto giusto…se lo ficco ancora in bocca per spompinarlo ancora…..mi mi sgridò di non venire perchè la prima volta mi ha perdonato la seconda volta no.Se lo infilavo in gola e lo faceva scomparire e lo teneva a lungo dentro senza capire come faceva a respirare..il cazzo veniva fuori lucido e bagnato con i filamenti che scendevano lunga la sua bocca……Come avevo detto…vedova…non chiavava da tanto tempo…nessuna l’aveva più scopata.. tutto negativo…e allora mi confesso con cazzo in mano che stringeva come un capitone per non farlo scappare…che non aveva fatto ij tempo a dare il culo al marito..sai si eri pudici allora…non ora…non potevo sborrare nella fica…perchè era ancora fertile….preservativo non avevo….mi disse allora ora mi metto alla pecorina e mi fai vedere voi terroni come sapete inculare……..si giro,tirò giu’ le mutante e appoggio la capoccia del cazzo sul suo buco che era stretto e faceva fatica ad entrare…e allora mi sgridò dicendo dai dagli una leccatina…non fini’ che già stavo con la lingua nel solco del culo a lubrificare…dopo pochi minuti non c’è la faceva più se lo riappoggio e con un colpo secco se lo fece entrare fino alle palle si fermo solo per questo.ebbe un sussulto…stozzo un grido in gola…piangeva dal piacere..e si rammarivana che aveva persi un casino di chiavate nel culo solo perchè non voleva che si sapesse in giro….me la inculaia per quasi una mezzora….gli bruciava ma non demordeva….anzi ogni tanto cercava di allargare di più per farlo entrare nel profondo del culo…..ebbe una quantità di orgasmi che alla fine disse se vuoi ficcalo anche nella fica che non me ne frego niente…..me ne son guardato bene ma gli ho riempieto il culo…………………….Da quella sera…anche se l’elettricità non mancava lei era puntuale a darmi la buona notte ci alternava bocca fica culo percorina e mega sega…..è stato un soggiorno piacevole….ancora ora la rimpiango………….

Ben Esra telefonda seni boşaltmamı ister misin?
Telefon Numaram: 00237 8000 92 32

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir